Articoli

Novità Fiscali 2017

La Legge di Stabilità 2017 ha portato importanti cambiamenti e novità fiscali: cambiano gli adempimenti tradizionali e si modificano i termini entro cui adempiere.

Vi proponiamo di seguito un breve riepilogo delle principali novità, rimanendo a vostra disposizione per eventuali approfondimenti.

Adempimenti fiscali:
• Dichiarazione IVA trimestrale: è stata abolita la dichiarazione iva annuale e sostituita da quattro nuove dichiarazioni trimestrali;
• Spesometro trimestrale: è stata abolito lo spesometro annuale e sostituito da quattro nuove dichiarazioni trimestrali;

La buona notizia è rappresentata dal riconoscimento di un credito di imposta di 100 euro da utilizzare in compensazione sull’F24 a parziale copertura dei costi sostenuti dal contribuente per l’aggravio degli adempimenti.

Scadenze fiscali:
• TAX DAY: il pagamento delle imposte, solitamente previsto per il 16 giugno, slitta al 30 giugno con la possibilità di posticipare il pagamento al 30 luglio con una piccola maggiorazione dello 0,40%.

Novità fiscali:
• Eliminati gli Studi di Settore che verranno sostituiti dai nuovi indicatori di normalità economica;
• Dal 01/07/2017 viene abolita Equitalia, sostituita dall’Agenzia delle Entrate come unico ente di riscossione;
• A partire dal 01/07/2017 gli avvisi di accertamento e gli altri atti da notificarsi verranno spediti a mezzo Posta Elettronica Certificata;
• Gestione separata INPS per i professionisti: scende l’aliquota di contribuzione dei professionisti INPS dal 27,72% al 25,72%. Nulla varia per la gestione artigiani e commercianti.

Rottamazione delle Cartelle:

Per le cartelle di pagamento notificate da Equitalia entro il 31/12/2016 è possibile chiedere la definizione agevolata tramite lo stralcio delle sanzioni e degli interessi di mora, presentando un’istanza tramite apposito modello all’agente di riscossione entro il 31/03/2017.

La definizione agevolata può riguardare:
✔ Imposte dirette e indirette (IRPEF, IRES, IVA etc…)
✔ Contributi INPS e INAIL
✔ Contributi previdenziali dovute alle casse professionali
✔ Tributi locali (IMU, TASI etc…)

Le modalità di pagamento: il pagamento potrà avvenire in unica soluzione entro luglio 2017 oppure dilazionato in cinque rate alle seguenti scadenze
✗ luglio 2017 (24% del dovuto)
✗ settembre 2017 (23% del dovuto)
✗ novembre 2017 (23% del dovuto)
✗ aprile 2018 (15% del dovuto)
✗ settembre 2018 (15% del dovuto)